Odore d'inchiostro

Un doco-fiction che tratta l'esperienza singolare della stampa auto-prodotta in Abruzzo dal 2005-2007.

Soggetto

Don Chisciotte e Sancho Panza, alla ricerca di nuove battaglie, seguono una vecchia Cinquecento gialla in viaggio fantastico che racconta il risorgere di una vecchia utopia. E’ la storia di gruppi sparsi tra le montagne dell’Abruzzo interno che, armati solo di un ciclostile, reagiscono e si fanno protagonisti. Falegnami e lavoratori precari, studenti e fabbri, casalinghe e impiegati, pensionati e pastori ridanno vita a vecchi esempi di informazione autoprodotta. Alla vista di tanti giornali ciclostilati, il vecchio cavaliere sorride e pensa compiaciuto che, a volte, anche le battaglie perse contano.

Interpreti:

Max Lisciani (Don Chisciotte)

Olmo Tucceri (Sancho Panza)

Americo Esposito (Contadino)

Soggetto: Angelo Venti, Haydir Majeed,Franco M. Botticchio

Fotografia e riprese: Giuseppe Tonelli

Tecnico audio: Francesco Rodorigo

Voce narrante:Claudio Capone

Musica originale:Fabio Colella e i Miradas

Montaggio e post produzione:Marco Di Gennaro

Illustrazioni: Giuseppe Pantaleo

Costumi: Giovanna Di Gianfilippo

Testi: A. Venti, H. Majeed, F. M. Botticchio

Produzione esecutiva: A. Venti, H. Majeed

Regia e sceneggiatura:Haydir Majeed

Produzione: Aleph editrice